Unìco boutique hotel d’arte

/arte ed eventi

Santa Rosalia nell'Arte e nel Design


Enzo Venezia
Nato a Palermo. Laureato in architettura, ha svolto attività di grafico prevalentemente nell’ambito dei beni culturali. Suoi sono molti manifesti, depliant e altro materiale grafico inerente a vari eventi culturali, tra cui varie edizioni del Festino di Palermo. Per il Teatro Biondo Stabile di Palermo ha realizzato diversi manifesti. Ha curato l’allestimento di numerose mostre promosse dalla Regione Siciliana, dal Comune di Palermo e da diversi istituti universitari siciliani. Tra i suoi allestimenti più recenti, “l’Urbanistica e l’architettura nella Sicilia greca”, mostra realizzata al Museo Archeologico di Agrigento. La sua passione per il teatro lo ha condotto ad insegnare scenografia dal 1987 al 2000 nella scuola di teatro diretta da Michele Perriera. In qualità di scenografo ha collaborato con il Teatro Stabile di Palermo e con alcune strutture teatrali cittadine. Su alcune scene da lui create si sono esibiti attori come Moni Ovadia, Roberto Herlitzka, Giorgio Albertazzi, Pamela Villoresi. Particolare rilievo ha avuto la collaborazione con il drammaturgo Franco Scaldati e il regista Umberto Cantone. E’ costante ed appassionato il suo impegno di art maker: numerose sono state, negli anni, le mostre delle sue opere realizzate. Tra le sue ultime installazioni quella di “Luminaria”, realizzata ai Cantieri Culturali alla Zisa di Palermo, presentata in catalogo Electa dal critico Achille Bonito Oliva.


La Vie en Rosalia
Per celebrare i 40 anni di attività la società C.I.D.A srl operante nei settori di abbigliamento donna con il marchio La Vie en Rose, presenta il nuovo progetto che prevede una “capsule collection” inserita in collezione, con una forte caratterizzazione della tradizione, della cultura siciliana. Stampe esclusive, appositamente create e ispirate dalla Sicilia e ai suoi simboli sempre più apprezzati nel mondo e dai turisti. Con La Vie en Rosalia l’obiettivo è quello di esaltare le icone e i simboli del patrimonio culturale e popolare declinandoli in chiave moderna e “fashion”.
Con la scelta del nome Rosalia, l’azienda celebra uno dei massimi simboli della nostra città, la Santuzza, la Santa Patrona di Palermo, la liberatrice dalla peste, la donna suscitatrice di speranza, di voglia di ripresa, di rinascita, di nuova vita che prevale sulla morte, di liberazione la grande santa, venerata dai palermitani e non solo. Chi meglio della Santuzza rispecchia la città di Palermo? Quale marchio migliore si poteva dare alla nuova capsule collection? Che siano le stesse donne siciliane, le turiste o altri operatori della moda nel mondo, a valorizzare i nostri simboli.
Le fantasie dei tessuti utilizzati per la realizzazione dei capi sono esclusive, tratte dai colori e dalle icone della tradizione siciliana.

/altri eventi